CINEMA DI RINGHIERA

La paura e le risate hanno lasciato le strade  per stabilirsi nelle abitazioni private. Le paure private raramente incontrano altre paure private e, quando lo fanno, non si riconoscono facilmente. Quella difficoltà di contribuire e di convergere, di associarsi  e di essere associati, di unirsi e di essere uniti, è stata chiamata libertà individuale.

Zygmunt Bauman, La solitudine del cittadino globale.  

COSA

Cinema di ringhiera è una rassegna cinematografica itinerante e gratuita che punta a costruire un nuovo senso di comunità e coesione sociale. Proietta film in lingua originale, talvolta non distribuiti in Italia, con lo scopo di promuovere una cinematografia extraeuropea e contribuire a creare nuovi immaginari sui paesi d'origine degli stranieri residenti a Milano. Il nostro è un invito a uscire di casa e incontrarsi per riscoprire il piacere della condivisione e della scoperta.

 

DOVE

Nei cortili di Dergano, Bovisa e zone limitrofe, dove il nostro progetto trova ospitalità e affinità con altre realtà che come noi lavorano sul creare comunità e relazioni tra abitanti che hanno lingue e culture diverse.

 

FILM

Divertenti, leggeri, riflessivi, a volte difficili ma sempre emozionanti, i film selezionati per Cinema di Ringhiera, ruotano attorno ai temi fondamentali e universali in cui riconoscerci e sui cui riflettere insieme.

COME

La rassegna si svolge a giugno dal 2016 e la programmazione è realizzata grazie ad un lavoro collettivo di una giuria popolare composta da abitanti di Dergano e Bovisa, esperti di cinema e non ma di certo amanti del cinema, studenti, casalinghe, amici e vicini di casa con diverse lingue e provenienze ma che ora risiedono nella stessa città ognuno con ragioni diverse. Tutti abbiamo a cuore la narrazione della nostra condizione umana, di cittadini del mondo e desideriamo insieme costruire una narrazione di noi più più sincera e positiva rispetto alla narrazione dominante e distruttiva della complessità del fenomeno migratorio.

 

Da Asnada, compagne di avventura in questo progetto, abbiamo imparato che solo nutrendo le radici è possibile avere nuovi rami e frutti. Così, valorizzando le diverse provenienze, il viaggio e le lingue madri, è possibile costruire il dialogo e immaginare il futuro per una società complessa e variegata come quella in cui viviamo.

VIDEO INCHIESTA

Nel 2018, grazie alla collaborazione con Asnada, Alessandro Penta e Suranga D. Katugampala, Cinema di Ringhiera ha realizzato una video inchiesta partecipativa per indagare sulla paura. 

 

"Mi tremano le gambe, paura c'è, paura non c'è a Dergano" è una riflessione sul nostro presente, un viaggio attraverso il nostro quotidiano fatto di percezioni, diffidenze e sguardi sull'altro da sé. Le video-inchieste sono state proiettate durante le serate di Cinema di Ringhiera e sono circolate sui canali social di Nuovo Armenia e Asnada creando una cassa di risonanza intorno alle tematiche sociali e alle esigenze comuni. 

LOCANDINE

Ogni anno Cinema di Ringhiera collabora con diversi illustratori per disegnare una locandina che rispecchi i valori della rassegna.