Logo_Biglietteria_WebBIANCO

Condividi questo evento

Across Asia Film Festival

Serata di sonorizzazioni di film dal vivo

CITERONE di Michele Ifigenia Colturi

Sonorizzazione di Tarek Bouguerra e A Page of Madness di Teinosuke Kinugasa(Giappone 1926).

Sonorizzazione dal vivo di MIKE COOPER

Serata di sonorizzazioni del capolavoro del cinema d’avanguardia giapponese A Page of Madness di Teinosuke Kinugasa

CITERONE di Michele Ifigenia Colturi

Sonorizzazione di Tarek Bouguerra

Il lavoro parte da un’analisi specifica del testo Le Baccanti di Euripide, estrapolando la sfera

corale della tragedia. L’opera narra il ritorno di Dioniso, dio dell’estasi, in una Grecia

irrispettosa nei confronti della sua essenza divina. 

MIKE COOPER plays A Page of Madness di Teinosuke Kinugasa(Giappone 1926).

Serata di sonorizzazioni del capolavoro del cinema d’avanguardia giapponese A Page of

Madness di Teinosuke Kinugasa

Serata di sonorizzazioni del capolavoro del cinema d’avanguardia giapponese A Page of

Madness di Teinosuke Kinugasa

“Un capolavoro di immaginazione e di controllo, uno dei film giapponesi più radicali e

impegnativi mai visti”. così Time Out New York definisce A PAGE OF MADNESS , film di

culto del cinema espressionista giapponese, del regista Teinosuke Kinugasa del 1926. Il film

racconta di un uomo anziano che svolge volontariamente lavori saltuari in un manicomio

dove è rinchiusa la moglie, che molti anni prima aveva annegato il figlio neonato in un

attacco di follia. Egli spera un giorno di liberarla. “Il film è un’opera notevole, di grande

potenza emotiva, che cerca di comprendere la natura della follia e al tempo stesso offre una

narrazione diretta (la storia della moglie) in flashback”.

Affidandosi alle immagini, il film non usa intertitoli e mostra un virtuosismo tecnico

mozzafiato.

Il musicista Mike Cooper (UK), pioniere della musica sperimentale e dell’improvvisazione,

eseguirà dal vivo una colonna sonora originale per il film. Si tratta di una prima della sua

partitura che utilizza la lap steel guitar, dispositivi digitali e campionamenti dal vivo per

creare una composizione istantanea.

BIOGRAFIA

Mike Cooper vive attualmente a Valencia in Spagna e negli ultimi 60 anni è stato un

viaggiatore internazionale ed esploratore musicale, spingendo i confini e le frontiere della sua

musica e della sua arte. È anche un creatore di film e video, un artista visivo e di installazioni

e compone ed esegue musica dal vivo per film muti classici e contemporanei. Recentemente

ha scritto e registrato la colonna sonora del film Cane Fire diretto da Anthony Banau –

Simon.

Ad oggi ha pubblicato 70 dischi da solista, 37 collaborazioni primarie e appare in altre 26

uscite. Mike Cooper suona musica dal vivo per film muti da oltre 25 anni in tutto il mondo.

Ha realizzato colonne sonore dal vivo per film muti classici come Tabu (F.W. Murnau);

Nannook Of The North (Robert Flaherty); Legong (Henri De La Fais); The Last Laugh

(F.W.Murnau); October (Eisenstein); Aelita-Queen Of Mars (Yakov Protazanov);

L’Inhumaine (Marcel L’Herbier) e molti altri.

Questi e alcuni suoi film e video con musica dal vivo sono stati proiettati a Londra, Sydney,

Melbourne, Perth, Adelaide, Auckland, Wellington, Berlino, Valencia, Barcellona, Beirut,

Syros, Atene, Milano, Cagliari, Roma, Venezia, Napoli e in molti altri luoghi, città e paesi

minori.

NOTE

È tristemente noto che la stragrande maggioranza dei film muti in Giappone è andata perduta a

causa dell’incuria umana, dei terremoti e della cupa efficienza dell’aeronautica militare degli Stati

Uniti. I primi film di figure importantissime come Kenji Mizoguchi, Yasujiro Ozu e Hiroshi Shimizu

sono semplicemente scomparsi. Dobbiamo quindi considerarci fortunati che Kuretta Ippei di

Teinosuke Kinugasa – un film del 1926 conosciuto in inglese come A Page of Madness – sia riuscito in

qualche modo a sopravvivere ai capricci del destino. Kinugasa ha cercato di realizzare in Giappone

un film sperimentale di stampo europeo e, nel farlo, ha creato una delle grandi pietre miliari del

cinema muto. Nato nel 1896, Kinugasa iniziò la sua vita adulta lavorando come onnagata, un attore

specializzato nell’interpretazione di ruoli femminili. Nel 1926, dopo aver lavorato per alcuni anni

dietro la macchina da presa sotto la guida del regista pioniere Shozo Makino, Kinugasa acquistò una

cinepresa e allestì un laboratorio a casa sua per creare i propri film finanziati in modo indipendente.

Si rivolge quindi ai membri del gruppo letterario Shinkankaku (nuovi impressionisti) perché lo aiutino

a ideare una storia. L’autore Yasunari Kawabata scrisse un trattamento che sarebbe poi diventato la

base di Una pagina di follia.

Trailer

PRENOTAZIONI E ACQUISTO BIGLIETTI

Vuoi saltare la fila alla cassa e essere sicuro di avere il tuo posto prenotato? Clicca il pulsante “acquista biglietti online”
Ti ricordiamo che la prenotazione scade automaticamente 15 minuti prima dall’inizio dello spettacolo, successivamente, i posti saranno automaticamente liberati e disponibili all’acquisto da altri spettatori.